inviato aiuto a due famiglie

ho aiutato varie famiglie sono piccoli importi ma servono spesso per poter dare un pranzo, o per comperare medicine o per piccole urgenze di cui la mia comunità è sempre piena
8/8/2020 inviato aiuto a famiglia 30
8/8/2020 inviato aiuto a famiglia 60
   
Ricevere delle donazioni ulteriori mi da la possibilità di aiutare qualcuno

aiuta don jeanpaul Click per fare una donazione libera al don

 

Pregare per il Papa

FIRST Magazine - Le pape François embrasse les chaussures... | Facebook

Spesso ci viene chiesto di pregare per il Papa, pure lui lo ripete regolarmente.

Per una funzione universale (una missione, un servizio) importante e delicata come quella di essere il pastore delle sue pecore, Gesù fa a Simon Pietro un semplice piccolo esame orale (Gv 21,15-19). Solo tre domande, meglio, tre volte la stessa domanda. Anche se non sembra, comporta tutto. In ogni caso Pierre è promosso, come ha fatto? ” Si Ti amo “. Pietro sa che Gesù lo ama, è Lui che lo sceglie e gli affida questo incarico, non è un merito.

Gesù oggi pone la stessa domanda ai pastori, non ha cambiato metodo. Il mondo si è “evoluto”, ma Dio rimane Se stesso (Amore), non cambia. La vita umana e missionaria, la predicazione e la testimonianza cristiana del pastore, del sacerdote, sono una risposta quotidiana alla domanda di Cristo: “mi ami ?”. Guardando papa Francesco, mi dico: “forse ha capito bene questo signore”.

Preghiamo per lui.

Potere e autorità

Pouvoir et Autorité dans l'entreprise : quelle est la différence ? -  Web-Libre

La dichiarazione di candidatura del presidente Ouattara alle prossime elezioni in Costa d’Avorio ha gettato nella costernazione e preoccupazione gli uomini di buona volontà in Africa e nel mondo. Finché il potere non sarà percepito e vissuto come un servizio per il bene dell’individuo e dei gruppi, noi (uomini) non abbandoneremo mai questo percorso che porta alla violenza, alla divisione, all’odio, alla guerra …

Il potere è tale che coloro che lo detengono devono essere bravi uomini e donne, non solo o essenzialmente di competenza intellettuale, tecnica o professionale. Il potere, infatti, permette di organizzare le nostre comunità, di prevenire e combattere il disordine sociale, di costruire meccanismi (politiche: idee, progetti, metodi, tecniche, azioni concrete) regolarmente aggiornati, di armonia, di coesione e di pace.

Ciò che conta non è il potere in sé, ma le donne e gli uomini che lo detengono. Sono quelli che devono essere istruiti e formati. Il mondo ha bisogno di vere persone umane, (uomini di buona volontà) persone che si amano e si sostengono a vicenda gratuitamente (solidarietà), politici generosi (amanti e preoccupati per il bene comune), credenti religiosi (uomini di fede, uomini di Dio), ecc.

Come ci arriviamo?

Ognuno di noi è sfidato. È alla base che devi curare il male, in te stesso. Prendiamoci il tempo per osservare noi stessi …, per analizzare il nostro modo di vivere con gli altri, di trattare coloro che occupano un rango inferiore al nostro, coloro che sono sotto la nostra responsabilità, il nostro potere (i nostri collaboratori domestici per esempio). C’è sicuramente molto da convertire. Semplicità, umiltà, carità, pazienza e perseveranza ci aiuteranno assolutamente. La strada per la conversione è lunga, a volte dura tutta la nostra vita.

Non siamo soli, Dio è con noi, è Amore, il suo amore è giusto e la sua giustizia, misericordia. Possa Dio, autore della vita (unica autorità) prenderci in favore e benedirci.

Inviato aiuto 3 famiglie

ho aiutato varie famiglie sono piccoli importi ma servono spesso per poter dare un pranzo, o per comperare medicine o per piccole urgenze di cui la mia comunità è sempre piena
3/8/2020 inviato aiuto a famiglia 40,11
4/8/2020 inviato aiuto a famiglia 47,73
5/8/2020 inviato aiuto a famiglia 93,47
   
Ricevere delle donazioni ulteriori mi da la possibilità di aiutare qualcuno

aiuta don jeanpaul Click per fare una donazione libera al don

 

il mio fratello in Senegal

Un amico , anzi un fratello con cui corrispondere

Voglio dare ai vostri bambini uno strumento per crescere in un rapporto che apre loro alla curiosità, l’affettività, l’interesse l’uno dell’altro nonostante la distanza, le diversità di lingua, situazione,

in pratica educare alla pace tramite la fratellanza della diversità

Inviarsi lettere e foto vere
cose che ormai sembrano sparite nel nostro mondo
in Senegal sono ancora fonte di gioia

 

Il mio fratello in Senegal

Non passa lo straniero | Libertà e Giustizia

In Senegal, parlare di povertà non si riferisce ai cliché allarmistici spesso presentati dai media europei, specialmente in Italia, che riducono la povertà in Africa a una fotografia disgustosa di un bambino così malnutrito che si presenta solo come uno scheletro coperto di pelle umana e circondato da mosche.

Il bambino, specialmente il neonato, è magnifico, proprio angelico perché riflette la purezza, la bellezza della natura, in lui si riassumono le meraviglie di Dio.
Ecco perché i bambini attirano la nostra attenzione, ci fanno sorridere e ci danno tanta gioia, illuminano la vita delle nostre famiglie.

Mostrare in televisione immagini di un bambino che attira piuttosto le mosche non gli uomini, invece di suscitare generosità e solidarietà, che dovrebbe essere l’obiettivo, coltiva e nutre nella memoria collettiva e nel cuore dell’italiano il rifiuto dell’uomo di colore.

È un’arma pericolosa e sottile di trasmissione dell’odio.

Ogni immigrato nero ricorda sempre quel detestabile bambino della televisione, potrebbe non essere più circondato da mosche, ma porta ancora sporcizia e malattie.

La sua presenza è fonte di insicurezza, di violenza, e di tutti i tipi di male (nero). “Cerca di stare attento sempre, ovunque e sta loro lontano il più possibile” è il messaggio trasmesso ai bambini.

il mio fratello in Senegal

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito