AIUTO A FAMIGLIE IN SENEGAL

La povertà materiale, come la ricchezza e le sue conseguenze, non può essere immaginata, ma vissuta; non può essere capita, ma sperimentata.

Ciò che viene spesso detto sulla povertà nei discorsi e nei libri è meno significativo del silenzio di donne, uomini e bambini che la vivono ogni giorno.

Combattere la povertà, aiutare i bisognosi non è quindi un semplice progetto o un programma di gruppo organizzato a livello nazionale o internazionale, si tratta di sentirsi fratello, sorella di chi si trova nel bisogno, vale a dire responsabile del proprio bene.

Questo non può accadere senza amore vero e libero.

Cosa significa aiutare una famiglia povera in Senegal ? –

Non prendere in carica per ogni necessità una famiglia, ma intervenire direttamente, con urgenza e su base ad hoc per soddisfare un’esigenza vitale come cibo, acqua, salute…

 Non mobilitarsi a favore di bambini circondati di mosche che purtroppo i media hanno piacere di presentare spesso come simbolo della povertà in Africa, ma aiutare a educare e formare un (una) giovane di solito sostegno di famiglia, in modo che possa integrare il mondo del lavoro e creare una famiglia felice.

 Non fare della lotta contro la povertà uno slogan, ma aiutare in modo strutturale il paese a realizzare il suo desiderio di formare i suoi attori dello sviluppo a livello locale e quindi combattere l’esodo rurale e in particolare la pericolosa emigrazione clandestina.  

Sono tante , tantissime le richieste che mi arrivano

– famiglie dove manca il padre deceduto e che fanno una fatica immane , visto che normalmente le donne con tanti figli si possono dedicare solo ai figli ( in senegal non esistono nessuna della provvidenza che la società occidentale ha per i figli…asili ecc)

– famiglia orfane di ambi i genitori dove il maggiore dei figli cerca di crescere i propri fratelli – famiglie grandi (6 figli) che non possono permettersi di mandare i figli a scuola, li hanno bisogno nei campi per mantenersi, e tantomeno possono permettersi di pare una scuola

– famiglie dove un componente è malato e solo con gli aiuti possono permettersi un ospedale – famiglie che vivono lontano dai centri abitati e che chiedono aiuto per spostarsi per la scuola, per il lavoro, per la salute

Ssono tutte persone che non chiedono, si viene a sapere da altri delle difficoltà e sta a noi sacerdoti intercettare le notizie e poi trovare come aiutarli

I vostri aiuti anche minimi….bastapoco a volte pochissimo , pochi euro per una scuola o una decina per le necessità , non si supera mai i  40 euro che in senegal sono lo stipendio di un mese intero

Ma piu’ che altro quei pochi aiuti sono per loro una grande speranza di farcela, di costruirsi una vita , di non dover emigrare, di poter sperare nei figli   e in una società occidentale che anche con poco gli dimostra il proprio amore

Ricevere delle donazioni ulteriori mi da la possibilità di aiutare qualcuno

aiuta don jeanpaul Click per fare una donazione libera al don

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: